Garda Fantasy & Comics 2021 e i magici fili rossi delle pietre forate

Il 17, 18 e 19 settembre 2021 sul lungolago Regina Adelaide a Garda si terrà la seconda edizione di Garda Fantasy & Comics.

La Festa delle Fate, dopo il consueto appuntamento di giugno con l’evento ispirato al piccolo popolo, per il secondo anno propone ulteriori tre giorni di mercato fantastico in riva al lago, in cui si potranno incontrare tutti i mondi della fantasia.

Ci si potrà abbandonare alle suggestioni di romanzi e illustrazioni fantasy e dei fumetti, assaggiare specialità nipponiche e ammirare lavori artigianali chiacchierando con i loro creatori. Folletti, draghi e fate si alterneranno ad action figure e gadget a tema comics, per un tuffo totale nel mondo nerd.

E fra le opportunità per i visitatori, c’è anche quella del magico Rito del Filo Rosso del Destino, ispirato a una romantica leggenda orientale.

Il Rito del Filo Rosso del Destino: dalla leggenda a Garda

In diverse culture, fra cui quella cinese e quella giapponese, si racconta di un filo rosso (che l’occhio umano non può vedere) che legherebbe il mignolo delle anime gemelle, destinate a incontrarsi e a sciogliere tutti i nodi che il destino mette loro in mezzo.

Questa leggenda ha origine nella cultura cinese ed è poi entrata a far parte delle storie popolari giapponesi.

Il protagonista della leggenda è Wei, un giovane orfano che fin da bambino desiderava sposarsi per non sentirsi più solo: tuttavia non trovava mai la sua anima gemella.

Un giorno, nei pressi di un tempio, Wei incontrò un anziano che stava leggendo un libro, con la schiena appoggiata a un grande sacco. Costui era il Dio dei Matrimoni e quando il ragazzo lo riconobbe decise di interpellarlo per sapere cosa dovesse aspettarsi dalla sua vita.

Il vecchio gli rivelò che per trovare la donna giusta avrebbe dovuto aspettare ancora molto tempo: la sua anima gemella, infatti, aveva solo 3 anni e sarebbero passati altri 14 anni prima di conoscerla.

Wei ci rimase male ma la sua curiosità non passò: chiese allo sconosciuto perché tenesse con sé il sacco e il Dio dei Matrimoni gli rivelò che all’interno custodiva il lungo filo rosso che lega mogli e mariti ancora prima che le loro vite si incrocino. Tale filo rosso è indistruttibile, non è possibile tagliarlo. Esso è lunghissimo e invisibile, ma prima o poi le persone che collega avranno modo di incontrarsi.

Impaziente e deciso a cambiare il proprio destino, Wei ordinò a un proprio servo di trovare quella bambina e ucciderla, così da non dover aspettare così tanto. Il servo obbedì, ma essendo la piccola protetta da uno stuolo di servitori riuscì solo a ferirla sulla fronte. Wei si arrabbiò molto, ma poi riprese la sua vita cercando una moglie.

Quattordici anni dopo Wei conobbe una meravigliosa ragazza di diciassette anni che gli rubò il cuore: la volle sposare subito.

Tuttavia notò che la giovane moglie portava sempre una piccola pezza di stoffa sulla fronte e, pochi giorni dopo il matrimonio, le chiese il motivo.

Lei gli raccontò che, quando era bambina e aveva solo tre anni, un uomo l’aveva aggredita colpendola sulla testa ma per fortuna i servitori del padre erano riusciti a metterlo in fuga. Le restava però una brutta cicatrice sulla fronte di cui si vergognava molto.

Wei capì così che tutto ciò che il Dio dei Matrimoni aveva previsto si era avverato: ricordò l’ordine impartito al servo e il suo fallimento. Alla fine confessò ciò che aveva fatto alla moglie: lei lo perdonò e da allora vissero ancora più felici, compiendo il destino che il filo rosso aveva riservato loro.

Proprio per celebrare questa bella leggenda che unisce le mitologie orientali, a Garda sabato e domenica si terrà il Rito del Filo Rosso del Destino.

Il rito a Garda e i magici fili rossi delle pietre forate

Il filo rosso non è solo il tema del rito che si terrà a Garda durante l’evento, ma è soprattutto un motivo ricorrente nelle credenze popolari. È proprio un filo rosso, per esempio, a essere utilizzato nelle tradizioni della Cornovaglia per legare i legnetti di sorbo per realizzare una croce per le cerimonie di aumento dei poteri psichici, che gli scozzesi cucivano dentro i vestiti per proteggersi.

Ai poteri del filo rosso sono legate anche le pietre forate naturali, che fortificano i loro poteri di protezione se appese al collo o sulla parete o sulla barca con un nastrino di questo colore, come spiega questo articolo sul blog pietreforate.com (pubblicato in occasione della prima edizione di Garda Fantasy & Comics dello scorso anno).

Le pietre forate naturali, amuleto di Brunella Quinti e delle sue antenate nella Saga delle Streghe Quinti, come spiegato in questo articolo, sono anche un elemento profondamente legato al lago di Garda e alla città di Garda, dove proprio sul lungolago Regina Adelaide esiste una grande pietra forata.

Le pietre forate (facoltativamente) potranno essere uno degli oggetti che i partecipanti al Rito del Filo Rosso del Destino possono utilizzare per scambiarsi piccoli doni, come richiesto dalla cerimonia. Saranno disponibili allo stand di Simona Cremonini, dove è anche possibile prenotarsi per il rito per gli ultimi posti liberi per sabato e domenica.

Per tutte le info su Garda Fantasy & Comics si può consultare l’evento su Facebook.

Garda dall’alto della Rocca

Lascia un commento