Verità o leggenda: Dante Alighieri e lago di Garda, eredità del Sommo Poeta a 700 anni dalla morte (1321-2021)

Nella notte tra il 13 e il 14 settembre del 1321 Dante Alighieri moriva a Ravenna e nel 2021 si celebrerà, dunque, l’anniversario dei 700 anni dalla morte del Sommo Poeta, padre della lingua italiana e autore della Divina Commedia, capolavoro della letteratura mondiale e fonte di ispirazione per letterati e artisti attorno al mondo.

Anche nella regione del lago di Garda non mancheranno eventi e tributi dedicati a Dante Alighieri e a questa commemorazione, anche perché nella sua vita e nella sua opera Dante non mancò di celebrare proprio il territorio gardesano e il suo lago e di esserne, di contro, omaggiato con una serie di luoghi e leggende che lo ricordano.

Leggi tutto “Verità o leggenda: Dante Alighieri e lago di Garda, eredità del Sommo Poeta a 700 anni dalla morte (1321-2021)”

Verità o leggenda: Disastri e prodigi naturali sul lago di Garda nel corso della storia

Anche in tempi recenti le cronache giornalistiche attorno al lago di Garda testimoniano di eventi atmosferici eccezionali accaduti un po’ in tutti i luoghi della regione gardesana.

Tuttavia è scavando nelle pieghe della storia che, più spesso, ritroviamo quegli avvenimenti che hanno assunto addirittura il carattere di veri e propri prodigi soprannaturali e che, più facilmente, si radicavano nelle storie e nelle paure popolari quando la scienza faticava ancora a spiegarli e la superstizione prendeva il sopravvento nelle menti più semplici.

Ecco un viaggio a tappe, quindi, fra alcuni prodigi e disastri naturali di cui è possibile trovare cenni e approfondimenti storici nelle cronache di vari periodi e che hanno lasciato un’impronta nella storia e nella fantasia popolare collettiva della regione del lago di Garda.

Leggi tutto “Verità o leggenda: Disastri e prodigi naturali sul lago di Garda nel corso della storia”

“Uno studio indaco”: giallo e mistero nella nuova antologia su Sherlock Holmes edita da Delmiglio Editore

Ognissanti e la sua spaventosa vigilia sono in arrivo e, come ogni anno, Delmiglio Editore rinnova l’appuntamento con la tradizionale antologia a tema realizzata con contributi di vari autori e illustratori per celebrare questo periodo da brivido.

Il tema 2020 abbraccia allo stesso tempo mistero e giallo, perché la nuova antologia “Uno studio indaco”, preannunciata qui, è un omaggio al personaggio di Sherlock Holmes, con 11 racconti che lo vedono protagonista.

Leggi tutto ““Uno studio indaco”: giallo e mistero nella nuova antologia su Sherlock Holmes edita da Delmiglio Editore”

Presentazione “Fantastico Garda” – Castello di Dello – BS

Folletti, ninfe, esseri divini e semidivini, ma anche animali fantastici quali unicorni, draghi e coccodrilli che, un tempo, erano fra le icone araldiche che rappresentavano le famiglie nobili.

Saranno questi e tanti altri i personaggi che verranno presentati giovedì 8 ottobre al Castello di Dello con l’evento dedicato al bestiario illustrato “Fantastico Garda“, che racconta le figure magiche e soprannaturali della regione del Lago di Garda, da Trento a Mantova e da Brescia a Verona, con l’immancabile atmosfera del lago e delle sue colline moreniche.

Leggi tutto “Presentazione “Fantastico Garda” – Castello di Dello – BS”

Presentazione “Misteri Morenici” – Centro Culturale – Povegliano Veronese

Giovedì 24 settembre 2020 alle 18,00 il Comune di Povegliano Veronese, la Biblioteca Comunale e il gruppo di lettura Le Libellule ospitano l’autrice Simona Cremonini con un incontro dedicato in particolare (ma non solo) al suo libro “Misteri Morenici” che raccoglie miti, leggende e simbolismi delle colline del basso lago di Garda.

Leggi tutto “Presentazione “Misteri Morenici” – Centro Culturale – Povegliano Veronese”

Verità o leggenda: Lusuri, le fate luminose del Monte Baldo, tra luce, magia e mistero

Il Monte Baldo è un luogo prediletto dalle fate.

L’alta montagna veronese, spesso paragonata a un gigante e personificata come tale anche nella mitologia locale (come illustrato dal bestiario “Fantastico Garda“), è luogo in cui si raccontava che in passato – o forse ancora oggi – vivesse una particolare stirpe di fate identificate anche come entità luminose: esse erano chiamate Lusuri, termine che può essere usato sia al maschile sia al femminile, anche perché non hanno aspetto antropomorfo.

Leggi tutto “Verità o leggenda: Lusuri, le fate luminose del Monte Baldo, tra luce, magia e mistero”

Verità o leggenda: il culto dei gemelli Dioscuri dalla Sirmione di Catullo alla regione del lago di Garda

Dioscuro, testa custodita presso il Museo delle Grotte di Catullo a Sirmione.

Con le sue lunghe sponde gemelle, che ergendosi da nord a sud e da sud a nord si guardano specchiandosi nelle sue acque azzurre, il lago di Garda suggerisce istintivamente di possedere una natura doppia e ha favorito da sempre storie e culture di personaggi magici quali i gemelli.

Leggi tutto “Verità o leggenda: il culto dei gemelli Dioscuri dalla Sirmione di Catullo alla regione del lago di Garda”

Verità o leggenda: Spiriti inquieti e figure di fantasmi attorno al lago di Garda: i Manes e il mese di febbraio

Vi sono luoghi, attorno al lago di Garda, dove i fantasmi delle epoche passate ancora oggi sembrano pronti, in ogni momento, a chiacchierare con l’uomo odierno.

Rocche misteriose si ergono qua e là, specchiandosi nel lago, e le loro storie sono narrate in “Leggende, curiosità e misteri del lago di Garda”; sulle colline e lungo il Mincio, invece, tuttora risuonano colpi di cannone e presenze senza pace legate alle battaglie, come raccontano “Misteri Morenici” e “Mincio Magico”. Un periodo dell’anno in cui questi segnali acquistano un significato ancor più inquietante e profondo è proprio quello che stiamo vivendo.

Febbraio era un tempo il “mese dei morti“. Lo era per gli antichi Romani, che lo legavano al culto e al rispetto dei trapassati, i “Mani”, protettori dei morti ma morti loro stessi; i Romani li consideravano i loro antenati immortali buoni, ovvero parenti e antenati che continuavano a proteggerli anche dopo essere diventati spiriti e che proteggevano chi moriva; spesso essi non erano solo “ombre” indefinite, ma veri e propri spiriti individuali ben identificati. Sulle epigrafi li richiamavano con gli acronimi DM (Dèi Mani) o DMS (Dis Manibus Sacrum) o anche con diciture più complete. Lo scopo di evocarli sulla pietra era dare protezione alle aree sepolcrali e a chi era appena trapassato.

Leggi tutto “Verità o leggenda: Spiriti inquieti e figure di fantasmi attorno al lago di Garda: i Manes e il mese di febbraio”