Verità o leggenda: Il Garda, un lago che buca la pietra

Fin dall’antichità la pietra forata è sempre stata considerata magica, sacra, in qualunque cultura del mondo. Quella particolare combinazione di forza e costanza con cui l’acqua o un’altra condizione naturale finisce per bucare la pietra senza intervento umano non poteva che assumere una grandissima importanza rispetto al senso di mistero che impernia la storia dell’uomo.

E di fronte a un elemento come la pietra forata naturale che ricorre in tante culture diverse, e che rivela la sua presenza in ogni luogo d’acqua, può essere curioso cercare un legame con essa anche attorno al lago di Garda: nelle terre che circondano l’antico Benàco infatti è possibile in alcuni luoghi osservare delle pietre di dimensioni più o meno ragguardevoli che riportano dei buchi creati dalle forze della natura, ma più semplicemente è anche possibile rinvenire dei piccoli ciottoli bucati sulle varie spiagge attorno al lago.

Leggi tutto “Verità o leggenda: Il Garda, un lago che buca la pietra”

Verità o leggenda: I riti delle Anguane lavandaie e la Pentecoste: tradizioni attorno al lago di Garda

La statua della Donna del Lago a Salò

Nelle tradizioni popolari del mondo intero molto importante è il ruolo simbolico ricoperto dalle lavandaie.

Queste donne, spesso incaricate del bucato non solo di famiglia ma anche per conto di altri nuclei familiari più agiati, sono personaggi che fino a pochi decenni fa si potevano vedere abitualmente anche attorno al lago di Garda, su quelle stesse spiagge che invece oggi sono destinate praticamente a un uso solo turistico.

In Italia, e in particolare nel nord Italia, il folklore le ha spesso utilizzate e fatte proprie rappresentando come lavandaie alcune creature sovrannaturali legate per nascita ai fiumi e alle acque dolci: l’esempio più lampante è quello delle Anguane.

Leggi tutto “Verità o leggenda: I riti delle Anguane lavandaie e la Pentecoste: tradizioni attorno al lago di Garda”

Verità o leggenda: Cornelia Quintiliana da Salò, la strega Quinti condannata nel 1593 e la cronaca storica

Uno dei personaggi ricorrenti nella Saga delle Streghe Quinti è quello di Cornelia Quintiliana, che visse nel primo Rinascimento a Salò: antenata della protagonista dei tre romanzi Brunella Quinti, il 20 settembre 1593 Cornelia fu condannata per stregoneria.

Per via della terribile storia di Cornelia, che nei romanzi (a differenza di quanto è accaduto per molto tempo nella realtà) risulta nota sulla riviera gardesana e fino a Manerba, Brunella diventerà la “portaiella”, “befana”, “strega” del paese, segnando tutta la sua vita e il suo isolamento durante l’infanzia e l’adolescenza, così come raccontato nel romanzo iniziale della trilogia “Il Sigillo di Sarca”.

Leggi tutto “Verità o leggenda: Cornelia Quintiliana da Salò, la strega Quinti condannata nel 1593 e la cronaca storica”

Verità o leggenda: Gabriele d’Annunzio e il 1921, l’arrivo a Gardone Riviera e la pubblicazione del Notturno

L’anno 1921 fu un anno fatidico per la vita di Gabriele d’Annunzio: il giorno 1 febbraio di quell’anno, infatti, il Vate giunse a Gardone Riviera affittando la villa che avrebbe trasformato nel Vittoriale degli Italiani, con l’obiettivo di completare una delle sue opere più emblematiche, il Notturno.

Il 2021 segna dunque il 100° anniversario del suo arrivo sulle sponde gardesane e del lavoro di revisione del Notturno, nonché della pubblicazione che sarebbe avvenuta nei mesi a seguenti.

Leggi tutto “Verità o leggenda: Gabriele d’Annunzio e il 1921, l’arrivo a Gardone Riviera e la pubblicazione del Notturno”

Verità o leggenda: Dante Alighieri e lago di Garda, eredità del Sommo Poeta a 700 anni dalla morte (1321-2021)

Nella notte tra il 13 e il 14 settembre del 1321 Dante Alighieri moriva a Ravenna e nel 2021 si celebrerà, dunque, l’anniversario dei 700 anni dalla morte del Sommo Poeta, padre della lingua italiana e autore della Divina Commedia, capolavoro della letteratura mondiale e fonte di ispirazione per letterati e artisti attorno al mondo.

Anche nella regione del lago di Garda non mancheranno eventi e tributi dedicati a Dante Alighieri e a questa commemorazione, anche perché nella sua vita e nella sua opera Dante non mancò di celebrare proprio il territorio gardesano e il suo lago e di esserne, di contro, omaggiato con una serie di luoghi e leggende che lo ricordano.

Leggi tutto “Verità o leggenda: Dante Alighieri e lago di Garda, eredità del Sommo Poeta a 700 anni dalla morte (1321-2021)”

Verità o leggenda: Disastri e prodigi naturali sul lago di Garda nel corso della storia

Anche in tempi recenti le cronache giornalistiche attorno al lago di Garda testimoniano di eventi atmosferici eccezionali accaduti un po’ in tutti i luoghi della regione gardesana.

Tuttavia è scavando nelle pieghe della storia che, più spesso, ritroviamo quegli avvenimenti che hanno assunto addirittura il carattere di veri e propri prodigi soprannaturali e che, più facilmente, si radicavano nelle storie e nelle paure popolari quando la scienza faticava ancora a spiegarli e la superstizione prendeva il sopravvento nelle menti più semplici.

Ecco un viaggio a tappe, quindi, fra alcuni prodigi e disastri naturali di cui è possibile trovare cenni e approfondimenti storici nelle cronache di vari periodi e che hanno lasciato un’impronta nella storia e nella fantasia popolare collettiva della regione del lago di Garda.

Leggi tutto “Verità o leggenda: Disastri e prodigi naturali sul lago di Garda nel corso della storia”

Verità o leggenda: Una scappatella fra i segreti di Mantova

skyline mantova

A chi abbia raggiunto Mantova nei giorni del suo appuntamento più famoso, il Festivaletteratura, essa sarà sembrata una città spumeggiante di scambi culturali e letture, piena di vita e curiosità. In realtà, durante il resto dell’anno, per la maggior parte del tempo la piccola città lombarda giace placida e addormentata con il capo appoggiato sui tre laghi, Superiore, Di Mezzo e Inferiore, che il Mincio forma lungo il suo percorso dal Garda al Po.

Eppure, qualche vento a Mantova soffia comunque. Per lo meno, esiste una leggenda che parla non tanto del vento (che la sera, poveretto, rincasa stanco dopo aver scorrazzato tutto il giorno e quindi va a dormire presto), quanto della venta, sua moglie, cui non par vero, dopo che il consorte si è abbandonato al sonno, di poter scappare fuori e andare a fare quattro salti, per sollevare un po’ di polvere, far sbattere qualche imposta e fare arrabbiare un po’ qualche povero diavolo. In ogni caso, dopo questa scappatella innocente, la venta rientra a casa soddisfatta, tornando placida nel letto coniugale.

Leggi tutto “Verità o leggenda: Una scappatella fra i segreti di Mantova”

Verità o leggenda: Sherlock Holmes e il lago di Garda, un’indagine con risvolti inaspettati

La possibilità che Sherlock Holmes o il suo creatore, lo scrittore Arthur Conan Doyle, siano mai passati per il lago di Garda, sarebbe un caso perfetto per gli amici del Festival Giallo Garda, il ciclo di incontri e iniziative a tema all’insegna del giallo che ormai dal 2016 uniscono territorio e cultura con un premio letterario di respiro internazionale.

Tuttavia parlare di una sottile relazione tra il grande investigatore Sherlock Holmes e il lago di Garda non è un solletico occasionale per gli appassionati locali del genere, bensì un tema abbastanza curioso e significativo, perché in più di un’occasione il personaggio di Arthur Conan Doyle è effettivamente entrato in contatto con elementi gardesani.

Leggi tutto “Verità o leggenda: Sherlock Holmes e il lago di Garda, un’indagine con risvolti inaspettati”

Verità o leggenda: Lusuri, le fate luminose del Monte Baldo, tra luce, magia e mistero

Il Monte Baldo è un luogo prediletto dalle fate.

L’alta montagna veronese, spesso paragonata a un gigante e personificata come tale anche nella mitologia locale (come illustrato dal bestiario “Fantastico Garda“), è luogo in cui si raccontava che in passato – o forse ancora oggi – vivesse una particolare stirpe di fate identificate anche come entità luminose: esse erano chiamate Lusuri, termine che può essere usato sia al maschile sia al femminile, anche perché non hanno aspetto antropomorfo.

Leggi tutto “Verità o leggenda: Lusuri, le fate luminose del Monte Baldo, tra luce, magia e mistero”