Verità o leggenda: Il Garda, un lago che buca la pietra

Fin dall’antichità la pietra forata è sempre stata considerata magica, sacra, in qualunque cultura del mondo. Quella particolare combinazione di forza e costanza con cui l’acqua o un’altra condizione naturale finisce per bucare la pietra senza intervento umano non poteva che assumere una grandissima importanza rispetto al senso di mistero che impernia la storia dell’uomo.

E di fronte a un elemento come la pietra forata naturale che ricorre in tante culture diverse, e che rivela la sua presenza in ogni luogo d’acqua, può essere curioso cercare un legame con essa anche attorno al lago di Garda: nelle terre che circondano l’antico Benàco infatti è possibile in alcuni luoghi osservare delle pietre di dimensioni più o meno ragguardevoli che riportano dei buchi creati dalle forze della natura, ma più semplicemente è anche possibile rinvenire dei piccoli ciottoli bucati sulle varie spiagge attorno al lago.

Leggi tutto “Verità o leggenda: Il Garda, un lago che buca la pietra”

Verità o leggenda: I riti delle Anguane lavandaie e la Pentecoste: tradizioni attorno al lago di Garda

La statua della Donna del Lago a Salò

Nelle tradizioni popolari del mondo intero molto importante è il ruolo simbolico ricoperto dalle lavandaie.

Queste donne, spesso incaricate del bucato non solo di famiglia ma anche per conto di altri nuclei familiari più agiati, sono personaggi che fino a pochi decenni fa si potevano vedere abitualmente anche attorno al lago di Garda, su quelle stesse spiagge che invece oggi sono destinate praticamente a un uso solo turistico.

In Italia, e in particolare nel nord Italia, il folklore le ha spesso utilizzate e fatte proprie rappresentando come lavandaie alcune creature sovrannaturali legate per nascita ai fiumi e alle acque dolci: l’esempio più lampante è quello delle Anguane.

Leggi tutto “Verità o leggenda: I riti delle Anguane lavandaie e la Pentecoste: tradizioni attorno al lago di Garda”

Magico Garda – Accademia Giallo in Tour 2021

Martedì 18 maggio l’Accademia Giallo in Tour 2021 del Festival Giallo Garda ospita Simona Cremonini per una serata dedicata al “Magico Garda – Storie e leggende tra le onde del Benaco”.

Dalle 20,30 le leggende e le storie fantastiche saranno il centro di un viaggio attorno al lago di Garda, per conoscere il territorio e immaginare come si può caratterizzare e collocare in un contesto locale una storia giallo o thriller, anche ricorrendo a tradizioni e storie del popolo.

Leggi tutto “Magico Garda – Accademia Giallo in Tour 2021”

Intervista a Simona Cremonini – su Instagram con Manuela Buzzerra

Giovedì 22 aprile Simona Cremonini torna a parlare di libri su Instagram ospite dell’autrice Manuela Buzzerra e del suo spazio dedicato agli autori esordienti ed emergenti italiani.

L’autrice della Saga delle Streghe Quinti sarà in diretta per chiacchierare del romanzo “Il Sigillo di Sarca” e degli altri suoi romanzi ambientati sul lago di Garda, ispirati alle leggende popolari.

Leggi tutto “Intervista a Simona Cremonini – su Instagram con Manuela Buzzerra”

Intervista a Simona Cremonini – Instagram Lafilosofiadisherlockholmes

Mercoledì 24 marzo 2021 appuntamento in diretta con Simona Cremonini su Instagram sul canale lafilosofiadisherlockholmes.

L’autrice della Saga delle Streghe Quinti e di numerosi saggi sul tema delle leggende popolari del lago di Garda sarà live dalle 18,00 per una intervista legata alla lettura e alla scrittura “di genere”, gialla e non solo, per parlare di progetti passati, presenti e futuri.

Leggi tutto “Intervista a Simona Cremonini – Instagram Lafilosofiadisherlockholmes”

Verità o leggenda: Cornelia Quintiliana da Salò, la strega Quinti condannata nel 1593 e la cronaca storica

Uno dei personaggi ricorrenti nella Saga delle Streghe Quinti è quello di Cornelia Quintiliana, che visse nel primo Rinascimento a Salò: antenata della protagonista dei tre romanzi Brunella Quinti, il 20 settembre 1593 Cornelia fu condannata per stregoneria.

Per via della terribile storia di Cornelia, che nei romanzi (a differenza di quanto è accaduto per molto tempo nella realtà) risulta nota sulla riviera gardesana e fino a Manerba, Brunella diventerà la “portaiella”, “befana”, “strega” del paese, segnando tutta la sua vita e il suo isolamento durante l’infanzia e l’adolescenza, così come raccontato nel romanzo iniziale della trilogia “Il Sigillo di Sarca”.

Leggi tutto “Verità o leggenda: Cornelia Quintiliana da Salò, la strega Quinti condannata nel 1593 e la cronaca storica”