La paura danza in collina

“La paura danza in collina”

SAGGIO di Simona Cremonini

Un viaggio sulle colline nella letteratura di genere, ovvero fra quelle colline nel tempo usate come ambientazione di storie di paura.

40 pagine, 3 euro
2013, ed. PresentARTsì

 

 

Da sempre la collina, come elemento del territorio, genera stupore, senso di elevazione spirituale, fascinazione: ma le alture, per gli autori di genere, sono anche un luogo pregno di mistero e capace di suscitare sgomento, orrore, timore dell’ignoto. Questo breve saggio nasce come approfondimento proprio sul rapporto che, soprattutto nella letteratura horror e legata al sovrannaturale, da sempre, esiste tra la paura e l’orrore da una parte e le forme collinari e la collina dall’altra. Spinoff del libro sulle colline gardesane “Misteri Morenici (di cui originariamente doveva essere un’appendice), questo breve saggio offre un originale spunto di riflessione (da quanto è stato possibile scoprire, mai affrontato in precedenza) e anche qualche suggerimento di lettura e riscoperta di classici.

 

AUTORI ANALIZZATI E CITATI:

– Edgar Allan Poe
– Stephen King
– Shirley Jackson
– Marion Zimmer Bradley
– Robert Sheckley
– H.P. Lovecraft
– Ray Bradbury
– Arthur Machen
– Jean Giono
– Sandro Panizza
– Cesare Pavese
– Giacomo Leopardi
– Giovanni Pascoli
– Giosuè Carducci
– Edgar Lee Masters